Dragaggio fondali invaso "Diga Dirillo"

Il presente lavoro riguardava la pulitura e lo sfangamento delle opere di presa degli scarichi di fondo della "Diga Dirillo", denominata anche "Diga Ragoleto", posta nell'omonima contrada del territorio di Licodia Eubea (CT) a sbarramento del Fiume Dirillo o Acate, commissionato dalla Raffineria di Gela. Gli interventi previsti erano costituiti da uno spostamento, all'interno dello stesso invaso, dei sedimenti fangosi depositati sopra le opere di presa degli scarichi di fondo e da una risagomatura a bassa pendenza del fondale dei sedimenti antistanti le stesse opere di presa. L'intervento di sfangamento, pertanto, risultava molto gravoso in quanto i sedimenti raggiungevano quasi il massimo della loro coesione. Con piena soddisfazione dell'Eureco e della Committente in appena tre mesi di continua lavorazione, nel pieno rispetto dei tempi contrattuali di consegna, sono stati dragati circa 50.000 mc di materiale; il tutto ha consentito di liberare gli scarichi di fondo della diga dal tappo di materiale che da molti anni ne impediva il normale utilizzo con conseguente messa in sicurezza dell'invaso. La prevalenza di lavoro delle pompe era in media di 33 mt, mentre la linea di scarico (tubazione da 300 mm di diametro) era lunga 750 mt. L'intervento è stato eseguito grazie all'impiego di due draghe, di cui una dotata di una grossa pompa da 500 cv di potenza, con una portata di 1200 mc/h.