Costa Concordia

La nave da crociera, “Costa Concordia”, della compagnia italiana Costa, appena partita da Civitavecchia ha urtato le Scole, un gruppo di scogli disabitati a pochi metri dalla costa dell’Isola del Giglio, nell’arcipelago Toscano, aprendo un'enorme falla di circa 70 metri sul lato sinistro della nave provocando la brusca interruzione della crociera, un forte sbandamento e il conseguente arenamento sullo scalino roccioso del basso fondale a nord di Giglio Porto.
Il sinistro, oltre la gravissima perdita di 30 vite umane, ha suscitato timori per un possibile disastro ambientale, considerato il fatto che nei serbatoi della nave erano stivate circa 2.400 tonnellate di carburante, più tutti i prodotti necessari alla vita di una nave, come per esempio olii, detersivi ecct.
La nostra società ha partecipato per conto del “Salvage Team”, formato dall’Italiana Neri e dall’Olandese Smit Salvage alla messa in sicurezza ambientale, predisponendo mezzi e attrezzature per delimitare un eventuale inquinamento, oltre all’assistenza alle operazioni di “Debunkering” per lo svuotamento dei serbatoi della nave, operazione molto lunga, in ogni caso necessaria per il successivo recupero del relitto.
Lo svuotamento delle casse contenente il carburante ha avuto inizio il 24 gennaio 2012 ed è stata effettuata con la tecnica del “Hot Tapping” che prevede il preriscaldamento a seguito dell’avvenuta solidificazione del combustibile dovuta alle temperature invernali a cui si è ritrovato sottoposto e la sostituzione con un equivalente peso di acqua per non destabilizzare la nave.
Le operazioni di debunkering sono terminate con successo e senza lo sversamento in mare di alcun tipo di prodotto il 24 marzo 2012.
Alle operazioni di debunkering hanno fatto seguito quelle di “CARETAKING”, ovvero la pulizia del fondale da tutti i materiali e gli oggetti che sono usciti dalla nave.

Rotazione

Mast removal pictures:

giorno 17 giugno, con la gru della M/N "Vincenzo Cosentino", coordinata dalla società Titan/Micoperi e a seguito taglio caldo, ha rimosso l'albero principale dalla nave "Costa Concordia".

Slide removal pictures:

il 22 e 24 giugno, con la gru della M/N "Vincenzo Cosentino", coordinata dalla società Titan/Micoperi e a seguito taglio caldo, ha rimosso l'albero principale dalla nave "Costa Concordia".

Hatch removal pictures:

giorno 26 giugno, con la gru della M/N "Vincenzo Cosentino", coordinata dalla società Titan/Micoperi è stato rimosso uno dei 4 portelloni a vetrata che coprivano il salone della nave "Costa Concordia".

Rock removal pictures:

giorno 13 luglio, con la gru della M/N "Vincenzo Cosentino", coordinata dalla società Titan/Micoperi è stato rimosso un pezzo dell masso che era nella falla della nave "Costa Concordia".

 

Towers installation:

 

Miscellaneous pictures: